Sonia Varoli – Alliner

Vivere con passione, continuare a vincere

Ciao Sono Sonia e oggi mi racconto, ho 46 sono  mamma di una splendida ragazza di 22 anni , sono infermiera operatrice olistica e da due anni networker,  scrivere tutta la mia storia, i miei percorsi e perche’ son giunta qui e’ per un certo verso difficile emotivamente , ma dall’altro canto , riguardandomi riflessa, come in una pellicola di un vecchio film, mi emoziono ed allo stesso tempo sorrido grada di come sono, grata delle emozioni che la vita mi ha portato a sperimentare e felice di aver superato ed imparato tanto dalla vita… raccontare tutto, indubbiamente, sarebbe troppo lungo, visto l’eta’ e l’esperienze  , cerchero’ di racchiudere in breve quel che sono stati i fatti salienti. Spero che il mio racconto possa essere d’aiuto nella comprensione di cos’e’ la vita, e che ognuno a una missione.

Vivo e sono nata in Emilia Romagna , da una famiglia tipica anni ’70 dove mio padre lavorava come chef e mia madre casalinga, ho un fratello piu’ grande di due anni , quando sono nata mia madre stava morendo per una importante emorragia , lei fu ricoverata in fine vita in terapia intensiva ed io per un bel po’ ho vissuto nella neonatologia ricoverata finche’ mia madre, per fortuna, ne e’ uscita viva ed e’ tornata a casa, con certo non poche difficolta’ dopo l’accaduto .

 Io non posso ricordarmi nulla, ma facendo vari percorsi interiori di crescita personale , in queste frasi , dove racconto la mia nascita, so che c’e’ scritto in un certo senso, una parte del perche’ son poi  quella che sono io in questa esperienza di vita.

 Sono infermiera  esperta di area critica , da 26 anni svolgo questa professione per scelta interiore , il take care, lo sento come mia parte interiore, lavoro in terapia intensiva cardiochirurgica ,quando iniziai a lavorare in questi ambienti di criticita’ mi resi conto che la mia paura piu’ grande era non riuscire a gestire l’emozioni, il controllo della situazione e il focus ed oggi a distanza di tanti anni posso dire che affrontare e attraversare le paure ed i limiti , accompagnati da una grande preparazione, sono stati la chiave nel raggiungere le competenze e per riuscire a dominare ‘’ la monkey mind. ‘’

 Io, ho dato la mia interpretazione, sembra strano, non so se tutti possono comprenderlo , ma la racchiudo nella parola zen, cioe’ mi spiego, quando lavori in situazioni di estremo focus esiste solo l’attimo presente ‘’L’adesso’’ e’ come se stessi meditando  e li comprendi che tutto accade sole nell’attimo presente del qui  ed ora, per certi versi questa e’ una ‘’chiave’’ e  l’uomo che ha consapevolezza di cio’ cerca tutto cio’ che puo’ portarlo allo stato di  questa consapevole presenza totale , poiche’ sa che in tale stato si crea sia che ne sia consapevole , sia che non lo sia. Pensaci  ad esempio con il network se lo fai davvero allineato,  come dice Matteo  e Fabio al cuore  e alle tue passioni, nel momento che tu creii esiste solo l’adesso .

 

Vado avanti con la mia storia, appena finito il percorso di studi in infermieristica mi trasferii a Bologna poiche’ vinsi un concorso e praticamente a 19 anni mi trovai gia’ di ruolo col posto fisso , la mia idea iniziale era di voler diventare ostetrica, ma poi mi attiro’ l’area critica. Vissi a Bologna 6 anni e a 21 anni , per una brutta esperienza sentimentale, mi buttai a capofitto sul lavoro avevo 3 lavori , non perche’ ne avessi bisogno, ma era il mio modo per non ascoltarmi per fuggire da me stessa, per non affrontarmi, al mattino lavoravo in ospedale, il pomeriggio seguivo pazienti terminali al domicilio, alla sera ¾ a settimana lavoravo in discoteca , poiche’ da ragazzina avevo fatto il corso da modella proprio a Bologna e mi si presento’ la possibilita’ di fare anche quello, praticamente con la consapevolezza di oggi mi rendo conto che e’ come se mi volessi anestetizzare alla vita.

 Proprio durante quel periodo ebbi una delle mie prime esperienze extra corporee dette OBE (out Body Experience) proprio quando mori’ un paziente a cui ero affezionata come un parente, ma a quell’eta’ non ne ero consapevole di cosa mi fosse accaduto, ma ad ogni modo tale esperienza mi suscito’ domande interiori sulla vita , sul dopo la morte, su cosa siamo veramente ecc… . sono sempre stata una persona curiosa affascinata dal comprendere il perche’ delle cose.  

In quei anni conobbi quel che e’ poi stato mio marito per  18 anni, a 24 anni convivevo gia’  e nacque Valentina dal quel periodo  per circa10 anni la mia vita fu  mia figlia, la famiglia e  il mio lavoro , quando mi figlia andava ancora alle elementari io iniziai il master in area critica ed e’ li che presi coscienza  che qualcosa stava cambiando in me, di solito adoravo tutto cio’ che era formazione in ambito di area critica , ma li accadde qualcosa , all’interno del percorso avevamo un modulo di mindfulness  per il burnout, e li mi resi conto che adoravo piu’ quelle tematiche che non le altre, vuoi forse perche’ ero in fase burnout non per la professione in se, ma per il sistema che lo gestiva, mi ricordo la mia frustazione quando venni chiamata dalla responsabile del mio dipartimento emergenze urgenze , che mi voleva affidare del lavoro burocratico visto che ora facevo il master, io sconcertata le chiesi a me cosa sarebbe venuto da cio’ e lei mi disse nulla , io rimasi allibita e li presi coscienza che anche se avessi avuto il master si mi avrebbero proposto progetti ,ma io avrei mantenuto , stesso ruolo sia in organico , che stesso livello economico. E li mi iniziai a porre domande, cioe’ mi chiesi io devo studiare , prendere un master farmi il mazzo , passatemi il termine… e in cambio solo grane in piu’ e nulla di riconoscimento..!! Morale io lasciai il master…. Non mi stava bene , migliorere me stessa se il prezzo fosse stato che l’amministrazione avrebbe preteso di piu’ pensando che io mi accontentassi della ‘’gloria’’ .

 Iniziai invece ad approfondire da sola le cose che avevano iniziato a stuzzicare il mio interesse il mindfulness e pensai che volevo imparare cose nuove per me stessa, e la mia crescita personale, passo qualche anno e nel frattempo iniziai ad approfondire e lavorare su di me con percorsi di crescita personale e  nel 2008/9 inizia il percorso per diventare operatrice ayurvedica olistica. Proprio in quel periodo venni a conoscenza del Matrix, di the secret, zeitgeist e mi si apri’ un mondo che ha sconvolto modificato e ribaltato completamente la mia vita, la mia dieta e le mie credenze.

Nel 2011 mi licenziali poiche’ per la ausl avevo il contratto di esclusivita’ e non potevo iniziare la mia attivita’ di operatrice olistica , potete immaginare la gente i parenti , gli amici… ed e’ li che ho iniziato ad eliminare l’ambiente tossico ed a fregarmene di quello che pensa la gente. Intanto come la fai la fai avranno da dire e criticare. Mio marito in quel periodo mi lasciava fare, ma proprio non mi capiva e arrivai al punto che nel 2012 per coerenza verso me stessa  decisi di divorziare, in fondo ci volevamo bene, una coppia vista da fuori perfetti , potevamo andare avanti tutta la vita cosi’, ma cosa mi mancava a me .. la coerenza… eravamo come fratelli … cresciuti in quei 18 anni con un gran amore per nostra figlia, il fulcro delle nostre vite…. Ma ormai … lontani su strade diverse…. Non fu facile , lui addirittura mi disse che secondo lui ero in una setta, facevo reiki , ero diventata vegetariana, non guardavo la tv… a suo avviso tutta strana… e io che mi battevo , poiche’ volevo che capisse e aprisse gli occhi anche lui dalla vita matrix che conduceva… ma come si sa ognuno puo’ salvare solo se stesso … ed e’ proprio cosi’… non puoi fare azione per gli altri….

 

Quel periodo fu il piu’ difficile, mi trovai anche senza lavoro, poiche’ dove lavoravo ci fu un incendio, e la ditta stava fallendo,  negli stessi mesi a mio padre,  gia’ malato, fu diagnosticato il cancro… potete solo immaginare…. Io li ho tirato fuori davvero quel che non credevo di avere, ed in piu’ la situazione economica , praticamente  devastata, ma dentro me’ e’ uscita una forza,  non so come non so cosa… e sai , per assurdo tutto attorno era sfasciato , ma io dentro mi sentivo coerente e  quella coerenza mi dava la pace  interiore e la forza per andare avanti.

 Nello stesso periodo, rincotrai ad una giornata degli abbracci ,di quelle  pace  and love , un amico dell’adolescenza  , di cui ero cotta da ragazzina , ci organizzammo per un caffe ‘ e due chiacchiere, e li scopriii che in vent’anni vivendo vite ed esperienze diverse , dal punto di vista di consapevolezza e conoscenze eravamo allo stesso grado di consapevolezza, lui pero’ era nella mia citta’ di passaggio, poiche’ da anni viveva all’estero ed era in procinto di partire per Dubai.  Passarono mesi e ci sentivamo sempre piu’ spesso via skype… x farla breve nel giro di poco tempo si penso di provare a stare assieme, si lincenzio’ torno’ in Italia, dicendomi che ci avrebbe provato,ma che non era sicuro di farcela, poiche’ in Italia non riusciva proprio a viverci… e cosi’ purtroppo fu’… morale dopo un anno lo segui  a Londra ,mia figlia era gia’ maggiorenne io mi ero rimessa a studiare inglese, iscritta all’albo degli infermieri  inglese e fatto riconoscere i miei titoli delle terapie alternative,  reinventata completamente e piena di entusiasmo anche se gia’ 40 enne e  in barba alle seghe mentali , alle paranoie e giudizi altrui, sono andata e mi son vissuta questa esperienza  e ti diro’ che  ho fatto proprio bene, vi assicuro, un conto e’ farlo a 20 anni, un conto a 40 anni con la mia consapevolezza.

Se gia’ prima ero fuori da certi concetti,  li mi si e’ proprio aperto un mondo, sono stata oltre un anno e mezzo, poi la situazione in Italia e’ cambiata il mio ex marito si era lasciato con la sua compagna e di conseguenza mia figlia non stava piu’ bene neanche lei, a me mancava da morire, ma lei non voleva trasferirsi in Inghilterra,  inoltre  il mio compagno non capiva il mio essere mamma ‘’ italiana’’, poiche’ a suo avviso solo noi siamo cosi’… morale , ho telefonato a 2 amiche veramente sempre presenti nel cammino della mia vita ,confidata ,risposto a due annunci per trovar lavoro e di li a poco in due mesi son tornata, e tornare e’ stato un trauma, non son piu’ io, non mi trovo piu’ bene, con la mentalita’ generale , e’ tutto un matrix  una finzione, mi son chiusa nella mia bolla di consapevolezza , economicamente un disastro, sono libero professionista in un team di infermieri esperti di area critica, guadagno ma sono stratassata, non e’ che ho un lavoro e’ il lavoro che possiede me, per far quadrare tutto lavoro oltre le 200 ore al mese , il mio lavoro mi piace ma non a queste condizioni di sfruttamento e sotto pagato, ma l’Italia  e’ così.

Ogni giorno ricevo contatti email per tornare all’estero , ed ogni giorno ci penso, professionalmente stavo molto bene,  e così iniziai  a cercare qualcosa da poter fare  online,  poiche’ quando vivevo a Londra ho visto gente , che vi giuro , comprava online perfino il filo interdentale e non andava mai a far la spesa,  tutto online ed ho pensato che il futuro e’ li, anche se in Italia siamo ancora indietro , ma cio’ per un certo verso in questo momento per noi e’ un vantaggio , abbiamo ancora piu’ spazio per espanderci.

Inizialmente volevo fare network marketing per poter lavorare da qualsiasi parte del  modo  in modo da poter vivermi sia mia figlia che il mio compagno a Londra, e cosi’ iniziai a seguire Matteo e la prima sera che presento’ il  corso allin  lo comprai poiche’ Matteo mi piaceva come carisma e il corso  rispecchiava una risposta alle mie esigenze,  cio’ di cui avevo bisogno, non sapevo fare ,mi servivano.

Iniziai a studiare e  sperimentai varie cose, dagli investimenti, alle crypto agli scam,al network di prodotti che non mi rispecchiavano ,  insomma fatto esperienze, poi nel frattempo la storia col mio compagno e’ finita ed ho attraversato un momento in cui dovevo rifocalizzare il mio perche’.

Ed ora mi sono riallineata, il mio perche’ sono io , la mia liberta’, il mio tempo, le mie passioni, mia figlia, la gioia di vivere e la voglia di imparare, e di andare  sempre avanti.

 Mi sono Iscritta e ho fatto il Mentor Program con sacrifici economici e nonostante abbia poco tempo con l’impegno del mio lavoro, ma il mio perche’ e’ grande e la mia voglia di riuscire e’ tanta, questa volta mi sono ascoltata , ho cercato di sentirmi e ascoltarmi e ho trovato un network marketing allineato con le mie passioni che mi rispecchia a cui mi sento allineata  e per il momento e’ quel di cui ho bisogno per andare oltre , e poi chissa’ , non metto limiti , so solo che dentro me so cosa voglio e non voglio, e sono qui con voi in questo gruppo fantastico pieno di persone che vivono per le loro passioni per i propri valori e con mentalita’ oltre il confine dove ci vogliono far credere di essere.  

Keep going Allinners

Sonia Varoli

 

 

1 commento su “Sonia Varoli – Alliner”

Lascia un commento