Sarah Zaramella: una rete di donne per la libertà finanziaria

Noemi Fiorentino - Allinners
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

LA STORIA DI UNA DONNA CHE SOGNA LA CONDIVISIONE

Quando Sarah inizia a raccontare di sé, ciò che si percepisce è la grande salita che ha superato, come se la parte di strada più difficile fosse stata percorsa per lei.
Per molti di noi, il momento in cui finalmente si è conquistato qualcosa di importante è quello in cui ci si concede anche di fare il punto della situazione e cedere emotivamente, rilasciare il controllo per sentire quanto è stato difficile, ma che, alla fine, ne è valsa assolutamente la pena!

Sarah, com’è iniziato tutto?

Ricordo ancora con grande commozione quando un artista di strada mi chiese una sera se avevo un sogno. Voleva saperlo perché lo avrebbe messo in scena. Sorrisi e me ne andai, poi quando ripassai, mi fermò di nuovo ed io gli dissi, impacciata e in difficoltà, che avrei voluto creare una rete di mani

Una rete di mani?

Una rete di donne da accompagnare per ritrovare se stesse. Sapevo cosa significasse affrontare da sola scelte molto difficili soprattutto quando si hanno dei figli, ero consapevole di mettere me stessa prima delle mie figlie e conoscevo quella paura, quel terrore di fare una scelta sbagliata e avevo paure di dover reinventare un lavoro a 40 anni, con tante competenze, “troppe” per il mondo del lavoro ordinario lì fuori.
Ma sapevo anche che in tutti quegli anni, non ero mai stata davvero sola, che ogni mio atto di coraggio era stato premiato, ogni scelta “azzardata” mi aveva dato qualcosa di
fondamentale, il coraggio di osare, di andare sempre oltre, di non mollare, di fermarmi, respirare e tornare a sognare, per me, per le mie figlie, per le persone che si erano fidate di me.

Così, nel 2018 dopo un altro momento difficile (ce ne sono stati parecchi), Noemi mi manda un link per partecipare al webinar di Matteo sul Dubai Mastermind Live. Non sapevo di cosa si trattasse, ma era un periodo intenso e avevo compreso che la prima persona da aiutare era la sottoscritta e che era fondamentale trovare un equilibrio con il mondo materiale, da cui mi ero allontanata per cercare di risolvere tutto ciò che in me creava tensioni e squilibri.

Hai sentito l’esigenza di unire due parti di te insomma.

Si, il mondo spirituale recita “vivi, la vita ti sorregge”, ma iniziava a starmi stretto poiché continuavo solo a sopravvivere economicamente, lavoravo tanto ma non ero in grado di ricevere.
Quindi quella sera ho acquistato il corso, presa dall’euforia.

Cosa hai provato quando hai acquistato il corso?

Eh, per me sono stati tanti soldi da tirare fuori in quel momento, ma ho preso consapevolezza che era ora di darmi il giusto valore e di investire anche economicamente su di me e non essere sempre l’ultima persona a cui pensavo (normale per una madre single direte voi).

Quanto è stato importante farlo?

Quel webinar mi ha aperto gli occhi, nel giro di qualche giorno, è entrata nella mia vita una realtà lavorativa che non avrei mai immaginato né tanto meno abbracciato.
La vita ti sostiene sempre quando tu AGISCI.

Cosa è cambiato, da quel momento?

Sono entrata in un Network Marketing, andando contro preconcetti e credenze ben radicate e ho acquistato il corso All-in anche se adesso non lavoro molto con la rete online, poiché per quanto mi riguarda il contatto diretto con le persone è fondamentale.

Cosa ti piace del tuo lavoro?

Entrare con delicatezza e rispetto nelle vite delle persone e intessere relazioni, come un bellissimo patchwork in cui le storie si cuciono tra di loro come pezze colorate
(l’attività che avevo aperto era un laboratorio artigianale dove davo vita a lavori patchwork, davo vita ai sogni degli altri).

Wow! E qual è stata la cosa più bella che ti hanno finora dato Fabio e Matteo?

Un insegnamento, più che altro: focalizzarmi su un progetto specifico e soprattutto il non mollare se senti che quella è la strada che devi percorrere.
Sono un ariete come segno zodiacale, io e la pazienza non andiamo molto d’accordo; ho sempre lavorato da sola e lavorare in team è ben diverso, ti scontri a volte con la vita degli altri, ma è uno strumento splendido per continuare a lavorare su me stessa e a superare le mie paure ed i miei limiti.

Cosa vedi per il tuo domani?

Continuo ad investire in formazione perché voglio diventare una professionista del Network Marketing, anzi a dirla tutta voglio diventare un ottimo Leader, prendere per mano altre donne (e qui torniamo alla rete che avevo desiderato) e aiutarle a ritrovare fiducia, speranza, sorrisi, non solo portando un benessere fisico, mentale ed emozionale, ma aiutandole a trovare la propria libertà finanziaria.
Aiutando loro, io aiuto me stessa.

Tutto questo è Facile? No assolutamente, ci sono momenti in cui sento la stanchezza e la pressione di seminare e spesso i risultati non sono incoraggianti, ma ogni volta che incontro durante una presentazione o semplicemente davanti un caffè uno sguardo, ogni volta che uno “sconosciuto” mi apre la porta della sua vita, ogni volta che ricevo una telefonata di un collaboratore o di un cliente che mi racconta di come la sua vita sta cambiando, io sorrido, il cuore si espande, la stanchezza e la sfiducia mollano la presa, gli occhi brillano e la gratitudine mi riempie….

E così torno a focalizzarmi sul mio progetto, torno a focalizzarmi sul “servizio”, sulla “condivisione”, sul “dono”, torno a guardare i miei grandi obiettivi, ad agire per creare tutte le condizioni possibili e quando non centro l’obiettivo mi fermo, respiro e mi ricordo che il fallimento sarebbe stato non aver iniziato, non averci provato!

Quindi riprendo in mano tutto e torno ad agire seguendo quello che fa battere il mio cuore e illuminare il mio sguardo. Oggi non mi interessa più dimostrare che ce l’ho fatta, oggi voglio solo essere ciò che sono e allungare le mie mani ad altre donne che “scelgono” di ritrovare la loro speranza ed i loro sogni e per farlo ho il “dovere morale” di mettermi al centro della mia vita e fare ciò che amo e in cui credo.”

 

Grazie Sarah Zaramella, per aver voluto condividere la tua storia. Sarà di aiuto e di esempio a tanti!

Se vuoi condividere anche tu la tua storia e ricevere supporto dal Movimento Allinners, scrivi un email a storie@allinners.com

Ti aspettiamo all’ Allinners Conference, l’unico evento dal vivo per coloro che non mollano mai www.allinners.com

Noemi Fiorentino

www.allinners.com

Torna su