PATRIZIA SALVIATO: L’AMAZZONE DAL CUORE ROSA

Noemi Fiorentino - Allinners

LA STORIA DI FORZA DI PATRIZIA SALVIATO

Patrizia mi colpisce, come la verità.

E’ essenziale e diretta, forte, determinata, decisa. Capisco che ha scelto nella vita di non avere nemici, ma solo avversari momentanei con cui confrontarsi. Questo perché a Patrizia non interessa la guerra, interessa proseguire e farcela.

E’ una donna piena, con lo sguardo laser sul suo futuro. E’ rapida come una saetta e sta proseguendo per come vuole e ha scelto. Non lascia niente al caso e quando si sente confusa, è solo per riorientarsi. Mi trasmette un senso di fiducia immensa, perché starle accanto significa assorbire la sua capacità di non arrendersi e di non decentrarsi.

Patrizia è un’amazzone, con il cuore rosa.

 

Ciao Patrizia, ci parli di te?

“Ciao, sono Patrizia Salviato e attualmente sono titolare di un centro fitness in centro a Padova (ENJOY Fitness Club), sono nata a Padova ed abito a Padova.

Sono una personal trainer professionista certificata ISSA (International Sports Sciences Association) e iscritta all’albo europeo dei professionisti del fitness EREPS (European Register of Exercise Professionals).

 

Da quando è iniziata la tua attività con lo sport?

Sin da giovanissima ho coltivato questa passione. Ancora adolescente ho praticato numerose attività sportive come atletica leggera, nuoto, pattinaggio artistico, danza.

Nel 1988 esordisco nel mondo del Fitness, gareggiando al Campionato Triveneto e classificandomi come finalista al sesto posto. Dopo le prime esibizioni in gare di soft body-building, la mia energia e la continua voglia di migliorarmi e confrontarmi con altri atleti mi portarono ad intraprendere seriamente la carriera agonistica.

Campionessa italiana ed europea di body building, nonostante i grandi successi e riconoscimenti ottenuti non ha mai puntato all’esasperazione muscolare e questa scelta si è rivelata vincente. La mia indiscutibile femminilità ha fatto di me una testimonial d’eccellenza per copertine, trasmissioni televisive e, naturalmente, manifestazioni ed eventi di fitness. Come professionista, ho anche pubblicato numerosi articoli su note riviste del settore.

 

Complimenti! Hai avuto una svolta di carriera?

Si, nel 2007 decisi di intraprendere l’attività di imprenditrice acquistando un centro fitness in Toscana con il mio attuale compagno (già proprietario di un centro fitness)ma mi ero accorta troppo tardi che io non ero pronta e così a Maggio 2008 decisi di ritornare nella mia città a Padova leccandomi le “ferite” (mi ero fatta tanto male sotto tutti i punti di vista…).

Ma mio mindset a NON MOLLARE MAI mi ha permesso nel Giugno 2008 di ripartire alla grande firmando un contratto come franchisee in una nota multinazionale di centri fitness a Padova come Personal Trainer libera professionista.

Non avevo alcun dubbio sul fatto che trasformando la mia passione in missione sarebbe stato un grande successo e così è stato. Sono riuscita ad essere riconosciuta come autorità nel mio settore ma anche nel luogo in cui lavoravo. Sono riuscita ad aiutare migliaia di persone a ritrovare la propria forma fisica con i miei sistemi di allenamento personalizzati ed i miei report erano soddisfacenti. Tra i miei clienti si annoverano anche personaggi dello spettacolo, che si affidano a me per la mia professionalità ed esperienza.

E’ incredibile! Hai poi continuato?

Nel 2010 e 2011 mi sono letteralmente “messa in gioco” in un nuovo entusiasmante progetto, in cui sono stata protagonista del video game internazionale “Fit Music” per la console Wii e Wii U di Nintendo. Oxygene – O2 Games, publisher ufficiale Nintendo per l’Europa, mi aveva scelta come Virtual Coach e come ideatrice e sviluppatrice degli esercizi per l’allenamento fisico e della innovativa sezione “Fit Dance” del videogame.

A Maggio 2013, quando i miei fatturati crollarono a causa del cambio di proprietà della catena multinazionale in cui lavoravo, che cambiò tutto e gli standard erano scesi firmai il recesso del contratto in franchising per acquistare un centro fitness ed intraprendere l’attività di imprenditrice: mi sentivo pronta!

Cosi nel 2013 ho acquistato un centro fitness che ho chiamato ENJOY Fitness Club ed ora mi occupo prevalentemente della direzione del reparto tecnico, commerciale, amministrativo, marketing, e dello sviluppo in generale mentre l’attività di personal trainer mi assorbe relativamente poco.

Tra tutti questi cambiamenti ci sono stati momenti di down per te?

Si, infatti da qui iniziarono nuovamente i problemi: un manager che mi seguiva mi aveva dato gli standard operativi e poi… mi dovevo arrangiare…

Non avevo tenuto conto che un’attività imprenditoriale ha tantissimi ambiti in cui bisogna essere molto preparati e mi sono ritrovata dopo 2 anni nel baratro, sull’orlo del fallimento. Sono riuscita a convincere tutti che potevo farcela a riparare compresa la proprietaria dell’immobile, tutti sapevano che potevo farcela e mi hanno dato tempo.

I problemi economici sono stati pesantissimi, il fatturato non corrispondeva mai agli obiettivi. Avevo una persona che mi consigliava (questa persona era un imprenditore con due attività fallite) ma era l’unica persona della quale mi fidavo e che comunque aveva delle competenze.

Questi problemi ti hanno aiutata a cambiare in modo drastico?

Esatto, quando mi sono resa conto che dovevo isolarmi da certe persone, diventare competente e cercare una soluzione per evitare il fallimento per caso mi sono imbattuta in un post che parlava di NON MOLLARE MAI nel quale mi sono rivista: avevo un disperato bisogno di aiuto, dovevo trovare gli strumenti pratici per far rialzare il mio business.

Entrando nel sito di MG ho capito subito che ero nel posto giusto e sulla strada giusta, perché solamente chi ha provato la disperazione ed è riuscito a monetizzare posizionandosi come vincente poteva aiutarmi.

Dopo la potente conferenza Allinner 2018 ho deciso di andare All-in, mi sono subito innamorata del metodo di comunicazione di MG, ma soprattutto delle persone che lo hanno creato Matteo e Fabio che per me sono stati due mentori potentissimi, Fabio con i i suoi Podcast e Autorithy mi ha cambiata notevolmente in meglio.

Mi aveva sempre affascinato il mondo digitale ma non sapevo come utilizzarlo ed allora ho acquistato il corso All-in che mi ha permesso di imparare le tecniche giuste per comunicare al di fuori dalla mia realtà locale.

Questo cambio di mentalità ti ha portato miglioramenti?

Si, i risultati importanti sono arrivati a Luglio-Agosto 2019 con un fatturato di €4000 ed un investimento di €600. Posso solo dire che non ne so molto sul marketing digitale, perché devo imparare ancora molto ma questi risultati non sarebbero mai arrivati senza MG! Ho acquistato Authority che mi ha aiutata nel mindset e che sto studiando: un mix potente di informazioni per un imprenditrice come me che NON HA ALCUNA INTENZIONE DI MOLLARE, NON HA MAI MOLLATO E MAI MOLLERA’.

Sei davvero grande Patrizia. Cosa pensi del movimenti Allinners?

La cultura Allinners è la migliore che io abbia incontrato, perché è la mia stessa natura, è uno stile di vita che è sempre stato anche il mio stile, non mi sento mai sola; avevo fatto altri percorsi formativi ma nessuno era riuscito a convincermi e soprattutto a darmi le armi giuste per lavorare. Ho ricevuto da questa Cultura del non mollare mai tutte le risposte che cercavo e soprattutto tutta la pratica per poter essere indipendente come piace a me: essere indipendente ed avere soluzioni sempre!

Senti di voler lasciare un messaggio alla community degli Allinners?

La frase Che mi accompagna da ormai 20 anni è: “I problemi non esistono, esistono le soluzioni”. Ho un quadro in ufficio con questa frase che leggo spesso e mi ha aiutata a NON MOLLARE MAI insieme a Fabio Gallerani e Matteo Pittaluga, Martina Mangano, Massimo Padula e Davide Fox e tutti quelli che conoscerò alla Allinner Conference 2019!”

 

La sensazione che ho, in chiusura, è che ciò che possiamo imparare da Patrizia è la serenità lucida con la quale accoglie le sfide. Nella vita possiamo farci prendere dalle emozioni negative e perderci nelle nostre preoccupazioni, oppure possiamo analizzare cosa non va e aggiustare il tiro, essere più precisi la volta successiva.

Questa è senz’altro un’ottima strategia vincente da tenere a mente!

Grazie Patrizia Salviato per aver condiviso la tua storia. Sarà di aiuto e di esempio a tanti!

Se vuoi condividere anche tu la tua storia e ricevere supporto dal Movimento Allinners, scrivi un email a storie@allinners.com

Noemi Fiorentino

www.allinners.com

Torna su