Alessandra Meda: il successo è per chi non si accontenta

Noemi Fiorentino - Allinners

LA STORIA DI UNA DONNA CHE NON SI ACCONTENTA

Alessandra è una mia amica. Lo è diventata, perché è impossibile non innamorarsi di lei. E scrivendo la sua storia ho capito il perché. La amo perché lei ama se stessa. Questo è il miglior modo, il più potente ed il più bello per essere circondati da persone che ti rispettano e che vogliono apprendere da te.

Alessandra ha una grande dote, ve ne accorgerete leggendo: è diretta e cristallina, è semplice nell’esporsi. Questo perché ha lasciato andare il dolore di cosa è stato e non ha più tempo né per le lamentele né per le scuse.

Ha tempo solo di cercare e trovare la verità.

Ciao Alessandra, qual è la tua storia?

Sono Alessandra Meda, vengo da una famiglia di imprenditori, mi sono laureata in materie economiche, per la precisione in gestione delle risorse umane in organizzazione aziendale e ho lavorato nell’impresa di famiglia per anni, sia in Italia, sia all’Estero.

Cosa ti ha portato nel mondo online?

Dopo essere diventata mamma della seconda figlia ho deciso di cambiare il mio atteggiamento nei confronti della vita, perché io stessa ero cambiata! La mia natura non poteva più convivere con lo stile di vita che avevo prima.

Ero infatti più maschile, arrabbiata con la vita. Ma dopo ho iniziato a esplorare altre parti di me, a conoscere la vera Alessandra.

Ho collaborato poi per molti anni con un’azienda multinazionale che mi ha dato tante soddisfazioni. Sono stati per me anni bellissimi, nei quali più che vendere prodotti ho seguito corsi di formazioni perché avevo la mentalità imprenditoriale e quindi volevo costruirmi una squadra, e cosi ho fatto. Avevo 50 persone “sotto” di me e tutt’ora questa squadra continua ad essere viva e mi fornisce rendita.

Durante questi percorsi di crescita personale ho iniziato ad essere in sfida con me stessa. Ho scoperto doti che erano rimaste nascoste, proprio perché ho dovuto fare sempre la donna-uomo, violentando la mia natura femminile.

Quindi ho tirato fuori tutti i miei studi universitario e li ho abbinati a corsi di crescita personale e anche di meditazione, yoga e ricerca interiore, che per me era sempre stato un mondo lontano visto che ero una donna che pensava solo ai numeri.

Scoprire questa nuova Alessandra è stato bellissimo. Mi sono letteralmente innamorata di quello che vedevo di me e le persone mi iniziavano a star vicino non per le mie capacità tecniche e basta, ma per chi io ero davvero.

Ho iniziato quindi a investire su questo aspetto di me, anche se ancora non sapevo come fare, ero poco strutturata. E siccome nel frattempo ero a casa,  con i miei figli, la mia unica possibilità era quella di sfruttare il mondo online, che è il futuro.

Quando è stata la tua svolta?

Tramite una vecchia collega ho conosciuto Marketing Genius, una realtà di cui mi sono veramente innamorata. Questa è stata la mia svolta, letteralmente. Ho ricominciato a studiare, mi sono messa in gioco con molta umiltà. Volevo capire come mettere i miei progetti online, volevo imparare a fare le cose per bene.

Ma si sa, quando si cresce, la vita ti mette alla prova con tutte le sfide possibili. E’ stato, quello, un periodo veramente trasformativo a livello personale. La mia vita privata stava cambiando totalmente. Non entro nello specifico, ma è stato davvero il momento di maggiore trasformazione per me. In più avevo iniziato da poco il Mentor Program che, si sa, è fatto per creare svolte. Matteo Pittaluga mi chiedeva di prendere soldi, di fare attività fisica, di essere disciplinata.

Io non avevo energie per farlo! O cosi mi sembrava. Nella comodità pensavo “ma chi me lo fa fare?”. Ma io volevo veramente riscattarmi, rinascere ed essere quella che ero e quindi non ho dato retta a nessuna delle mie resistenze e cosi, a costo di non dormire la notte, ho fatto 8 settimane di Mentor per andare online ed è stato un successo!

Finalmente avevi raggiunto la tua felicità?

Eh no!La mia posizione nell’azienda multinazionale era più che consolidata, ma indovinate!?

Quella non era Alessandra.

Ho passato due mesi di grandissima crisi. Avevo fatto il Mentor, pensavo di essere arrivata, ma mi sentivo ancora infelice.

Eppure, un’altra via! In quel periodo aprirono le iscrizioni al Dubai Mastermind Live.

Una parte di me si chiedeva cosa andassi a fare cosi lontano? Ma io volevo  trovarmi, volevo Alessandra e volevo aiutare altre persone!

Cosi mi sono chiesta: perchè non portare la MIA storia, quella di una donna abituata ad avere tutto nella vita ma che aveva ugualmente deciso di cambiare completamente.

In sé, una donna potrebbe darmi della folle, proprio perché avevo tutto e non mi sono accontentata.

Ma se essere felice significa essere folle, mi prendo volentieri l’attributo.

A Dubai ho presentato il mio progetto “evolviti”, un video corso dedicato alle donne over 40 che vogliono rifarsi una vita sulla base di chi sono veramente, non di chi hanno dovuto fingere di essere, guidate e consigliate dalla vita, dalla famiglia, dal contesto.

E ora sì che finalmente io sono nella mia missione!

Hai un messaggio da lasciare alla community degli Allinners?

Non mi sono fermata e non smetterò mai di farlo perché so che Alessandra significa cambiamento e sono disposta a seguirmi ovunque io voglia arrivare.

Dopo Dubai ho continuato a formarmi. Adesso faccio parte del Mentor Elite proprio perché non solo non si finisce mai di imparare, ma si vuole sempre di più e non perché si è insoddisfatti, ma perché si è VIVI.

Io sono viva. E faccio parte di una comunità di persone, di uno movimento, quello degli Allinners, in cui tutti abbiamo questo fuoco di vita dentro. Per questo qui mi trovo bene e non ho dubbi che tutti insieme andremo veramente avanti, motivandoci a vicenda, ma soprattutto esigendo da noi stessi la cosa più importante: la verità.

 

Il più grande messaggio che ci lascia Alessandra, secondo me, è quello di vedere sempre oltre ciò che è noto, senza farsi condizionare dall’età o dalle condizioni esterne.

Mettersi in discussioni anche quando le cose vanno bene significa chiedersi se si è felici davvero. e credo che la felicità sia uno stato sempre disponibile  al cambiamento, che ci dà la libertà di andare dove vogliamo, anche oltre, e ancora oltre rispetto all’oltre.

La felicità, quando è vera, non si perde mai. Si può solo moltiplicare.

Grazie Alessandra Meda per aver condiviso con noi la tua storia, sarà di esempio per molti.

Se non hai ancora la tua copia del libro degli Allinners, ordinala subito a questo link www.allinners.com

Noemi Fiorentino

www.allinners.com/

Torna su